IL BORRO – Pian di Nova Rosso I.G.T. Toscana BIO

-14%

IL BORRO – Pian di Nova Rosso I.G.T. Toscana BIO

18,00 IVA inclusa

IL BORRO – Pian di Nova Rosso I.G.T. Toscana BIO – Il Borro significa Salvatore Ferragamo, ovvero lo stile italiano che ne esalta la tradizione. La tenuta fu acquisita da Ferruccio Ferragamo nel 1993; si estende su 1100 ettari, immersi nel cuore della Toscana; la tenuta sorge nel Valdarno Di Sopra, un ampio bacino naturale segnato dal passaggio dell’omonimo fiume e delimitato dalla dorsale appenninica del Pratomagno e dai monti del Chianti. Grazie a un ampio progetto di restauro, Ferragamo ha riportato Il Borro agli antichi splendori, valorizzando al meglio ognuna delle sue preziosità. Oggi è un’azienda agricola all’avanguardia, dal 2015 interamente biologica ed ecosostenibile in cui fiore all’occhiello sono senz’altro i 85 ettari di vigneti e 29 di uliveti. L’attività vitivinicola de Il Borro ha avuto inizio nel 1995 e, dal 2012, è stata avviata la conversione dei vigneti all’agricoltura biologica. La produzione è gestita da Vittoria Ferragamo, la figlia più giovane di Ferruccio Ferragamo e responsabile dei progetti speciali de Il Borro. Questa filosofia ha pervaso tutte le attività, dall’ospitalità alla produzione agricola.

Il “Pian di Nova” è ottenuto dalla pigiatura di uve 75% Syrah e 25% Sangiovese. I vigneti da dove vengono raccolte le uve sono tutti situati al di sopra dei 200 metri s.l.m. e hanno una densità di 4.700 piante per ettaro. I terreni sono prevalentemente argillosi con buona presenza di scheletro e una piccola percentuale di sabbia che ne consente un buon drenaggio evitando fastidiosi ristagni idrici. Al raggiungimento di una maturazione ottimale per ogni tipologia di vitigno che in seguito sarà vinificato separatamente l’uno dall’altro, l’uva viene raccolta manualmente in cassette da 10 kg e dopo il passaggio di una notte in cella frigo a 5°C viene diraspata. Gli acini sono poi selezionati attraverso un visore ottico che scarta i prodotti indesiderati. Il mosto così ottenuto subisce una macerazione a freddo di 2 giorni a circa 10°C in tini di acciaio termo-controllati dopo di che ha inizio la fermentazione. Questo processo avviene a temperature comprese tra 25 e 28° C ed ha la durata di 10 giorni circa. Una volta che gli zuccheri sono stati trasformati in alcool si mantiene il vino ottenuto in macerazione con le bucce per almeno altri 20 giorni. Dopo la svinatura, il vino rimane in tini d’acciaio per 6 mesi ed è successivamente travasato in barriques di rovere francese di secondo e terzo passaggio dove avviene la maturazione di 12 mesi. Al termine dell’elevazione in legno, viene travasato nuovamente in tini di acciaio ed è solo in questo momento che verrà effettuato il blend tra le due tipologie di vitigno. Dopo una breve decantazione e una leggera filtrazione, il vino è pronto per essere imbottigliato. Una volta in bottiglia avrà bisogno di altri 6 mesi di affinamento affinché possa esprimere al meglio le sue potenzialità.

Potrebbero interessarti anche...

Shopping cart
There are no products in the cart!
0