CANTINA CHITARRA – Viognier I.G.T. Terre Siciliane ‘CUTO”

CANTINA CHITARRA – Viognier I.G.T. Terre Siciliane ‘CUTO”

7,00 IVA inclusa

CANTINA CHITARRA – Viognier I.G.T. Terre Siciliane ‘CUTO” – Cantina Chitarra nasce nel 1907 e prende il nome dalla contrada in cui si trova, nel cuore di una vallata ad alta intensità vitivinicola, crocevia di quattro comuni: Mazara del Vallo, Trapani, Salemi e Marsala. Nel 2012 l’azienda intraprende un percorso di evoluzione con l’ambizione di esaltare le peculiarità di un terroir unico. Dando spazio ai giovani, un team innamorato della Sicilia è entusiasta di raccontare, attraverso il vino, storie senza tempo tra fascino e tradizione.
Oggi Cantina Chitarra conta una superficie conferita di 600 ettari circa coltivati a vigneto. Il 75% con uve a bacca bianca e il 25% a bacca nera.

Ampio spazio hanno varietà autoctone come grillo, catarratto, inzolia, zibibbo, nero d’avola, frappato e nerello mascalese.

Le varietà alloctone scelte sono quelle che hanno dimostrato di ambientarsi al meglio nel clima tipicamente mediterraneo siciliano, in particolar modo: pinot grigio, chardonnay, sauvignon blanc, fiano, viognier, syrah, merlot, cabernet sauvignon e pinot nero.

Cantina Chitarra è molto sensibile alle tematiche ambientali e il suo impegno è profuso nel produrre vini che narrano la Sicilia, rispettandone l’ambiente e la natura.

Il Viognier, originario della Vallée du Rhone dove è stato introdotto dall’imperatore Marco Aurelio Probo (originario di Sirmio, Sremska Mitrovica, in Serbia) ha probabili origini balcaniche. Da tempo dimenticato a causa della bassa produttività, il Viognier è tornato alla ribalta grazie ai bianchi di Condrieu (Valle del Rodano), In Sicilia le uve del Viognier producono vini di grande qualità: grassi, profumati, dalle note floreali di violetta o fruttate di mango ed albicocca. Sensibile all’ossidazione, va bevuto giovane. Chitarra lo produce nei comuni di Marsala, Trapani e Salemi ad un’altitudine tra 100 e 150 m s.l.m; l’orografia è pianeggiante con suoli di medio impasto tendenzialmente calcarei, a buon contenuto di sostanza organica. L’allevamento è a contro-spalliera con potatura Guyot; densità impianto 3500/4000 pianta per ettaro con rese di 70\100 q.li per ettaro.

Potrebbero interessarti anche...

Shopping cart
There are no products in the cart!
0