Il Rosso di Buja: da oggi online sul nostro sito

Il Rosso di Buja: da oggi online sul nostro sito

A un anno esatto dalla conquista della ‘Maglia Rosa’ del Giro d’Italia 2021 dopo la quarta tappa, la Piacenza-Sestola, il ciclista del team Israel-Premier Tech, Alessandro De Marchi, presenta una bottiglia di vino celebrativa e commemorativa di quel 12 maggio.

Prodotta in soli 299 esemplari, questa bottiglia riporta sull’etichetta l’altimetria della tappa, il ‘logo’ del campione friulano e l’indelebile colore indossato quel giorno a coronamento di una carriera bellissima. Nasce dalla collaborazione con Alessandro Gallici, amico di De Marchi e noto enologo anche lui friulano, ed il vino in essa contenuta è pensato per fondere assieme due ‘lingue ciclistiche’ come francese (il merlot) e italiano (il refosco dal peduncolo rosso, vitigno indigeno friulano).

Si troverà in vendita solo sul portale online di uvarum.it.

Un vino che nasce con  un piede in Friuli e uno in Francia: due vitigni che si sposano.

Il refosco dal peduncolo rosso, uva potente, generosa, profumata, saporita ma ruvida e scontrosa si fonde con l’eleganza vellutata del merlot in un connubio che sa di trionfo sin dal primo sorso.

Ci sono voluti anni per consacrare in un calice quanto le due uve promettevano in potenziale; anni di attesa ed affinamento in botti di rovere, non a caso francese, ove il refosco potesse veder smussati i propri spigoli e diventare fino in fondo il compagno perfetto per un merlot nato in Friuli con accento spiccatamente francofono

Sei lunghi anni al buio del legno, curati e coccolati dal mastro vinaio; un altro anno di pulizia in fusti di acciaio, ed ancora dodici mesi di sosta in bottiglia, sempre al buio, a temperatura controllata, prima di salire sul podio e ricevere l’applauso del pubblico.

Metà refosco, metà merlot: senza compromessi. 

Una bottiglia: la celebrazione di una vita, di una carriera ricca ma basata sul sacrificio, una carriera passata a prendere vento in faccia per sé ma soprattutto per i compagni di squadra. 

Dalle classiche del Nord, dure di fango e Pavé; alle salite dolomitiche, ripide ed infinite; fino alle pianure italiane, lunghissime, percorse a velocità incredibili.

Più forte: più forte delle cadute, più forte del tempo che passa, in una carriera coronata dal premio più ambito: la Maglia Rosa.

Questa bottiglia celebra proprio quel momento: talento e sacrificio sul podio del primo in classifica, l’applauso del mondo sportivo ad un grande campione.

Semplicemente Alessandro De Marchi. Semplicemente Il Rosso di Buja.

Condividi questo post

Shopping cart
There are no products in the cart!
0